Pianificazione successoria

Pianificazione successoria

La pianificazione successoria di patrimoni e aziende.

Figli e fratelli. A tutti gli stessi diritti? A chi va l'eredità in caso di separazione? Come viene determinato l'attivo ereditario? Cos'è la maggiorazione per presunzione fiscale? Quando può essere invalidato un testamento? Come si redige un testamento segreto? Come può una donazione ledere la legittima? In quali casi si può perdere la legittima? Cosa sono le donazioni indirette? È sempre bene accettare un'eredità quando non si è a conoscenza di quanto si eredità? Come posso mantenere distinto il patrimonio dell'erede da quello del de cuius? Quanto incidono le imposte in una successione? Come si può pianificare una cessione d'azienda? L'avviamento dell'azienda viene considerato nella successione dell'azienda ad un figlio? Cosa sono i patti di famiglia?

Una volta tre fratelli ereditarono dal loro padre 17 cammelli. Al primo toccava una quota di 1/2, al secondo 1/3 ed al terzo 1/9. Ma 17 è un numero indivisibile. Allora i tre si rivolsero ad un saggio. Questi aggiunse un proprio cammello all'eredità che così diventò di 18 cammelli. Quindi procedette a formare le quote: al primo diede 1/2 di 18 cammelli, cioè 9 cammelli; al secondo diede 1/3 di 18 cammelli, cioè 6 cammelli; al terzo diede 1/9 di 18 cammelli, cioè 2 cammelli.
Alla fine facendo le somme i tre fratelli videro che avevano avuto in tutto 17 cammelli (9+6+2) e ne restava uno. Il saggio si riprese il suo cammello e tutti rimasero soddisfatti.

In alcuni casi si presta la massima attenzione alla pianificazione finanziaria del portafoglio, ma si trascura la pianificazione successoria.
Tuttavia, le conseguenze possono essere irrecuperabili e non è raro imbattersi in qualche notizia di cronaca in merito: fratture insanabili, cause annose tra familiari, coeredi o "presunti" tali del de cuius, con danni emotivi e patrimoniali, tra cause ed imposte, che si potevano evitare con una buona pianificazione successoria.
La materia, trattando di diritto, è soggetta a continue revisioni e consta di "precedenti" che l'arricchiscono e la trasformano. Necessita quindi sicuramente di approfondimenti specifici.
Le imposte di successione in tutta Europa e negli USA sono sensibilmente più alte rispetto a quelle oggi applicate in Italia e, visti i tempi e la necessità di "far cassa", possiamo purtroppo prevedere un aumento di tali imposte.
Conoscere bene alcuni dei concetti cardine della pianificazione successoria è quindi sicuramente consigliabile anche se, ad oggi, solo il 10% delle famiglie dichiara di aver fatto qualcosa per pianificarla!

Abbonamento a RSS - Pianificazione successoria