Presidenziali Francesi

Ritratto di Emiliano Ceraulo

Con l’avvicinarsi del primo turno delle presidenziali Francesi come c’era da aspettarsi l’avversione al rischio e conseguentemente la volatilità dei mercati stanno aumentando.

 

Cerchiamo di sintetizzare quanto sta succedendo sul fronte politico internazionale:

 

  • Elezioni Francesi:i giochi per la nuova Presidenza Francese sembravano ristretti a Macron, Fillon e Le Pen, con quest’ultima data decisamente sfavorita per il ballottaggio del secondo turno. Negli ultimi giorni un nuovo fattore di incertezza si chiama Mélanchon, candidato di estrema sinistra poco favorevole all’Europa.

 

  • Theresa May ha richiesto elezioni anticipate per l’8 giugno per rafforzare il suo schieramento nelle trattative Hard Brexit

 

  • Trump: riforma fiscale non più dietro l’angolo. Forti tensioni internazionali con Russia e soprattutto con Corea.

 

Per quanto riguarda invece il quadro economico:

 

  • le difficoltà che sta incontrando Trump nel portare avanti i suoi progetti portano gli investitori a considerare con maggior cautela le elevate quotazioni raggiunte dagli indici USA

 

  • dopo quasi un anno di massicci deflussi netti dalle Borse Europee le quotazioni di queste presentano una forte convenienza in termini di profittabilità rispetto al mercato USA

 

Scenari e soluzioni possibili?

 

  • beni rifugio e valute forti potrebbero offrire una buona protezione contro risultati elettorali antieuropeisti

 

  • a elezioni concluse (quindi dopo il secondo turno del 7 maggio), in caso di risultato favorevole all’Europa, i flussi su quest’asset potrebbero invertire la rotta sostenendo un rialzo delle quotazioni

 

Una volta identificati le aree geografiche o tematiche su cui investire resta fondamentale scegliere anche gli strumenti giusti con cui farlo, per far questo è bene confrontarsi con un esperto e utilizzare una Banca che mi dia libero accesso a tutti i mercati.

 

Tags: